Home / Cremare un gatto

Cremare un gatto

Quando un amico fedele a quattro zampe come un gatto se ne va, la sofferenza per un padrone è davvero tanta. Gli animali sanno starci vicini con la loro silenziosa presenza e con molta fedeltà, è quindi comprensibile che la loro morte lasci un grande vuoto nel cuore di chi si era a loro affezionato per molto tempo.

Inoltre quando muore un gatto bisogna anche pensare alle questioni burocratiche ed in particolare a cosa fare del corpo: dopo il decesso la cremazione dell’animale è sempre la soluzione migliore perché è a norma di legge, è sicura e permette anche di conservare le ceneri del nostro fedele amico a quattro zampe. La cremazione dell’animale consiste in un processo che, similmente a quanto può avvenire anche per gli esseri umani, comporta la riduzione in cenere del corpo.

Oggi fortunatamente i centri che offrono i servizi di cremazione per animali sono abbastanza diffusi e non è più troppo difficile o costoso trovarne uno vicino a dove si vive: in questo modo si può dare un degno saluto all’animale che ci ha accompagnato e voluto bene per tanti anni. Dal punto di vista legale, la cremazione dell’animale è la soluzione migliore, perché la legge non consente di seppellire l’animale nel giardino. La cremazione permette di tenere sempre con sè le ceneri del proprio animale ed è igienica e sicura, posto che la legge vieta la dispersione del cadavere.

cremazione animali roma

Il corpo dell’animale viene portato ad un centro che si occupa di cremazione animali e di conseguenza si comincia la procedura che porterà alla sua riduzione in cenere. L’impianto di incenerimento deve essere riconosciuto dalla legge: come dicevamo, comunque, oggi non è tanto difficile trovare un centro dove fare la cremazione dell’animale.

Cremazione del gatto: come si svolge?

Esistono sostanzialmente due tipologie di cremazione dell’animale: quella collettiva e quella individuale.

La cremazione dell’animale collettiva non prevede la restituzione delle ceneri dell’animale, e di conseguenza questo permette di contenere i costi (che a seconda della città e della stazza dell’animale, si aggirano sui 50 euro).

Invece la cremazione dell’animale individuale viene fatta singolarmente per il proprio gatto e permette quindi di ottenere anche le sue ceneri: ovviamente è una procedura più costosa, circa 200 euro e più, ma consente anche di avere indietro le ceneri che sono molto importanti, simbolicamente ed affettivamente, per tante persone. Se si paga un extra è anche possibile assistere alla cremazione dell’animale.

Terminata la cremazione dell’animale, è possibile, se si è optato per quella individuale, ottenere indietro le ceneri del gatto all’interno di un’urna che si ha scelta precedentemente e che può essere personalizzata, in legno, in ceramica, o di altri materiali. A questo punto si può portare il proprio amico a quattro zampe sempre con sè, dopo avergli dato un trattamento dignitoso e degno della sua amicizia che ci ha regalato per anni.

Oggi come oggi i servizi di cremazione dell’animale sono molto diffusi in tante città e non si fa fatica a trovare quello perfetto per le proprie esigenze.